Menu

Aersud Elicotteri rappresenta in Italia ed in altri paesi Airbus Helicopters, costruttore numero 1 al mondo nel settore ed appartenente al Gruppo Airbus, il più grande gruppo aeronautico europeo.
Airbus Helicopters, già Eurocopter, è una divisione di Airbus Group, un pioniere a livello mondiale nel settore aerospaziale e dei servizi alla difesa.
Impiegando circa 23.000 persone in tutto il mondo, Airbus Helicoptersè il produttore di elicotteri No. 1 al mondo con un fatturato di 6,3 miliardi di euro.
La flotta della società comprende circa 12.000 elicotteri in 150 paesi.
La presenza di Airbus Helicopters nel panorama internazionale  è contrassegnata dalle sue filiali e partecipazioni in 24 Paesi, e dalla sua rete mondiale di centri di assistenza, strutture di formazione, distributori e agenti certificati.
La gamma di elicotteri civili e militari di Airbus Helicopters è la più grande del mondo.
La priorità principale della società è di garantire la sicurezza delle operazioni degli aeromobili per le migliaia di persone che insieme volano per oltre 3 milioni di ore all’anno.
 

New Organisation – Airbus Group as of 2014

Airbus Group
  • Airbus
  • Airbus Defence & Space
  • Airbus Helicopters

Mission aziendale

AersudElicotteri si è sempre impegnata nello sviluppo dell’Aviazione Civile: ha promosso, insieme alle Autorità aeronautiche italiane, la predisposizione delle Leggi e dei Regolamenti che hanno consentito l’impiego liberalizzato dell’elicottero in Italia.

scopri
Mission
Ethical code

Codice etico

Al fine di rispondere alla sempre maggiore attenzione riposta dall’intero contesto civile ed economico verso comportamenti chiari e trasparenti, l’Azienda ha adottato un proprio Organismo di Vigilanza ed il Codice Etico, documento che racchiude i principi etici ai quali l’Azienda e quindi i suoi dipendenti, l’Amministrazione e il Collegio Sindacale nonché i collaboratori esterni che operano per il conseguimento degli obiettivi aziendali, si attengono.

scopri

Il Team

Storia

Il destroyer "Bedouin", colpito dal siluro, sta per affondare.

Martino Aichner, il quarto da sinistra, con il suo equipaggio